Autodemolitori, la Regione incalza Raggi: “Ora il Comune trasferisca le attività”. Le aree idonee ci sono ma l’iter è fermo da mesi

Santa Palomba, Casal Bianco, via della Chiesuola, Torre Spaccata. Sono quattro le aree potenzialmente idonee ad accogliere gli autodemolitori della Capitale. A queste si aggiunge poi un’altra lista di 17 siti papabili secondo valutazioni fatte dai dipartimenti Urbanistica e Ambiente del Campidoglio. Di trasferimento però ancora non si parla, il Comune attende lumi dalla Regione Lazio e la Regione Lazio ribadisce per l’ennesima che, da normativa, non ha alcun ruolo nell’iter decisionale sulla delocalizzazione. Ed ecco che è il solito braccio di ferro tra enti istituzionali a bloccare il regolare smaltimento delle vetture in città. Capiamo meglio.

Per approfondire clicca qui 

@romatoday

 

Share

Leave comment