Mittal Taranto, sindacati: «Se non vende acciaio impianti fermi. Misure anti-Covid non rispettate»

Il decreto del prefetto di Taranto che ha imposto ad ArcelorMittal di sospendere l’attività produttiva ai fini commerciali dopo il decreto sull’emergenza Coronavirus scade domani e l’azienda ora chiede di «tornare a commercializzare l’acciaio prodotto, paventando che se questo non avverrà, potrebbe mettere in stand-by tutti gli impianti dello stabilimento».

Per approfondire clicca qui 

@lagazzettadelmezzogiorno.it

 

Share

Leave comment