Roma, nella strada chiusa per i rifiuti spunta l’officina abusiva degli stranieri

«Ho una vecchia Punto, devo cambiare il ponte posteriore, è possibile?». Su un lato della strada ci sono diversi immigrati seduti. Uno di loro si alza, sorride e risponde: «Nessun problema, te lo trovo io il ponte». Qui, quindi, si vendono pezzi di ricambio tranquillamente. Ma non solo. Insistiamo: «Ma lo monti tu il ponte? Me lo fai tu il lavoro?». Risposta: «Certo, nessuno problema». Il costo è di 200 euro. Tutto a nero ovviamente, tutto in modo clandestino.

Per approfondire clicca qui

#ilmessaggiero

Share

Leave comment