Oggi torniamo a parlarvi dell’importante norma UNI 11448 del 2012 sulla #tracciabilitàdeiflussi.

La norma, è bene ricordarlo, chiarisce i procedimenti operativi a cui aderiscono gli impianti di autodemolizione, rottamazione, frantumazione, e hanno il compito di garantire la tranciabilità, di supportare gli operatori economici della filiera nell’individuazione di modalità omogenee di gestione e classificazione dei #rifiuti.

Oggi, in particolare, ci soffermeremo sulla procedura di messa in sicurezza dei veicoli fuori uso che avviene in appositi centri di raccolta dotati di aree attrezzate.

Per la messa in sicurezza del veicolo devono essere effettuate le seguenti operazioni:

➡️ rimozione dall’interno del veicolo di rifiuti non pertinenti il veicolo stesso;
➡️ rimozione e stoccaggio degli accumulatori;
➡️ rimozione e trattamento dei serbatoi di gas compresso;
➡️ rimozione o neutralizzazione dei componenti che possono esplodere, quali airbag ancora attivi;
➡️ prelievo del carburante e dei liquidi (olii, antigelo, refrigerante, ecc);
➡️ tutte le operazioni devono essere eseguite in impianti di manutenzione certificati, da operatori esperti (e adeguatamente abbigliati), con procedure approvate e nel rispetto delle norme tecniche di riferimento.

🔴 Solo dopo la corretta esecuzione di tutte le operazioni per la messa in sicurezza del veicolo fuori uso, allo stesso viene attribuito il codice EER 160106 – veicoli fuori uso, non contenti liquidi né altre componenti pericolose.

#iosonoambiente

Share

Lascia un commento